La Confraternita arrow Le notizie arrow Eventi arrow Chisciöi, beneficenza e poesia
Chisciöi, beneficenza e poesia PDF

Enogastronomia, beneficenza e poesia; questi sono gli ingredienti che la Confraternita del chisciöl e dei vini del tiranese ha pensato di mettere in campo in una conviviale tenuta venerdì 5 dicembre alla trattoria Gagin in Tirano.

 
Nello storico e intimo locale recentemente restaurato ubicato proprio sotto gli occhi severi del monumento della “Maria Lüisa” di piazza Cavuor,  l’associazione nata appositamente per promuovere la conoscenza del piatto tipico del tiranese , “sua Eccellenza il Chisciöl “ ha dato un segnale di come l’enograstronomia si può  piacevolmente abbinare alla solidarietà, alle tradizioni locali e alla poesia. Hanno contribuito all’iniziativa l’associazione Musica & Immagine presieduta dal presidente Marco Divitini e il Kiwanis guidato da Simona Viganò.
«Abbiamo intitolato l’iniziativa al beato Mario Homodei» ha detto durante il saluto iniziale il presidente  Gianluigi Garbellini, affiancato dagli attivi vicepresidenti Roberto Trecarichi e Ezio Maifrè «perché vorremmo devolvere l’incasso della serata al costruendo monumento dell’apparizione che l’artista Michele Falciani sta realizzando».
Inoltre aderiamo alla rassegna natalizia del “Cuore di Tirano” che  quest’anno destinerà i fondi alla comunità familiare per i minori “L’Arco”, un servizio socio educativo rivolto ai minori che vivono in situazioni familiari tali da pregiudicare la loro crescita”.
L’intento benefico è stato accolto da una sessantina di persone che hanno partecipato alla bella serata dove sul tavolo della accogliente trattoria sono stati serviti i deliziosi chisciöi.
Chicca della serata è poi stata l’inaspettata telefonata dall’Australia dell’amico Cici Bonazzi e la presentazione della raccolta di poesie “Il pane del sorriso” da poco data alle stampe dalla morbegnese Paola De Maestri, presente alla cena con il marito.
Garbellini Gianluigi ha elogiato l’originalità di alcune poesie scelte, come  “L’incertezza dell’essere” dove appare nel lirismo di molti versi la capacità di far affiorare  i sentimenti e le emozioni.
È toccato a Michele Falciani e a Marco Ambrosini il gradevole compito di leggere alcune poesie  della De Maestri con l’accompagnamento musicale di Marco Divitini.

Ezio Maifrè

 

 
 
< Prec.   Pros. >